Si chiamano International Taste Awards, e sono il primo concorso internazionale, che si svolge in Italia, aperto a qualunque prodotto gastronomico o bevanda di qualità, sotto il Patrocinio delle Camere di Commercio (Italiane e straniere; Argentina, Kazakha, Mongola, Uruguaiano, Bielorussa, ecc.), degli Enti Territoriali (Comunità del Garda, Alto Garda Bresciano, Val Saviore e Val Camonica), e dell'E.N.I.T, l'Agenzia Nazionale del Ministero del Turismo, per l'alto valore del progetto.

Nati dalla sincera passione e dall'attenzione per l'eno-gastronomia, ideati da Simone Massenza, Giudice Internazionale di Food & Beverage e Degustatore Professionista multi-matrice, si sono posti l'ambizioso compito di selezionare, sostenere e promuovere il lavoro dei migliori produttori, artigiani, agricoltori ed allevatori.

Abbiamo cercato di far emergere il buono, l'eccellenza, il meglio in termini assoluti nell'immenso e variegato mondo del food & beverage” - dichiara il suo ideatore - “indipendentemente dalla dimensione aziendale o dalla notorietà, valutando tutti gli aspetti fondamentali nel giudizio di un prodotto, l'assenza di difetti ed il suo equilibrio, il piacere che sa offrire, oltre alla qualità degli ingredienti ed alle tecniche di produzione”.

La Giuria del concorso, completamente italiana, formata da degustatori, assaggiatori, sommelier, operatori del settore (cuochi, pasticceri, panificatori e buyer), giornalisti eno-gastronomici, bartender ed appassionati gourmet, riunitasi nel mese di novembre 2019, in svariate sessioni ha valutato, rigorosamente alla cieca, i prodotti in gara iscritti da marzo ad ottobre, attraverso una scheda di valutazione che ha tenuto conto di tutti gli aspetti dell'analisi sensoriale di un prodotto (visivo, olfattivo, gustativo), del suo equilibrio e di eventuali difetti, giungendo ad un valore qualitativo per ogni prodotto in competizione.

L'I.T.A. è riuscito, per la prima volta in Italia, a riunire, attorno ad un unico progetto, alcune fra le più note e prestigiose Associazioni nazionali di degustazione ed assaggio, come O.N.A.S. (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Salumi), A.M.I. (Ambasciatori Italiani del Miele), A.E.D.A.B.T.M. (Associazione Esperti Degustatori di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena), Sakè Sommelier Association o O.N.A.B. (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Birra) e Good Beer Society, per il comparto brassicolo.

   

La più importante e qualificata Giuria mai organizzata prima in un Concorso Internazionale di Food & Drink.

Per scelta deontologica dell'Organizzazione non erano presenti produttori in Giuria, non perchè non abbiano le necessarie esperienze, ma per evitare, per serietà e trasparenza del concorso, qualunque criticità fra giudicato e giudicante; non sarebbe stato onesto che un produttore, come spesso accade, giudichi il lavoro di un competitor.

Più di 600 i prodotti valutati e giudicati, provenienti, non solo dall'Italia, ma da ben 31 nazioni sparse su tutti i Continenti: Afghanistan, Argentina, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Croazia, Ecuador, Francia, Germania, Giamaica, Grecia, India, Iran, Irlanda, Lituania, Nuova Zelanda, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Sud Africa, Svizzera, Taiwan, Turchia, Ungheria e U.S.A.

I Premi del concorso sono tre, assegnati ai prodotti in base ai punteggi della Giuria: Medaglia d’Oro (91-100/100) ai prodotti considerati eccezionali, d’Argento (81-90/100) ai prodotti eccellenti e di Bronzo (71-80/100), per i prodotti risultati deliziosi.

I Giurati, 160 i professionisti coinvolti, formato da panel composti da un minimo di otto fino a dodici Giudici, selezionati per la loro professionalità e competenza, hanno assegnato, per il 2020, 40 Medaglie d'Oro, 150 Medaglie d'Argento, e 150 Medaglie di Bronzo, in sessioni di assaggio e di giudizio svolte rigorosamente a porte chiuse, per evitare qualunque contatto o ingerenza fra i partecipanti ed i membri della Giuria.

È stato emozionante” prosegue Simone Massenza “avere la possibilità di assaggiare, scoprire e giudicare così tante eccellenze provenienti da Paesi così diversi e lontani, con le loro tipicità e tradizioni. Il fatto che numerose aziende straniere, anche realtà famose o pluri-premiate nel campo alimentare, abbiano voluto farsi giudicare dagli Italiani, mi ha riempito d'orgoglio. Questo testimonia che, almeno per una volta, nel mondo ci riconoscono la massima titolarità nel food market”.

Infine, durante la cena conclusiva di gala, dove erano presenti 150 produttori, sia italiani dal Trentino alla Sicilia, ma anche stranieri (provenienti da Spagna, Portogallo, Belgio, Lettonia, Grecia, Romania, Slovenia, Croazia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria, ecc.) svoltasi sempre a Montichiari, sono stati finalmente annunciato i premi finali del concorso; i Top50, assegnati ai migliori cinquanta prodotti in gara, ed i Premi della Giuria, assegnati ai migliori prodotti della propria categoria.

Ci sono volti, famiglie, micro-imprese che svolgono un lavoro incredibile” conclude Massenza - “mantenendo vive radici e tradizioni e salvaguardando prodotti, che meritano di essere premiati”.

Per la cena di conclusione, è stato infine proposto dal noto Chef stellato Pierre Zanotti, un apposito menù di sei portate, completamente realizzato da zero per l’occasione, per celebrare questa prima edizione degli International Taste Awards, valorizzando alcuni fra i migliori prodotti, italiani e stranieri, premiati nel concorso stesso.

Assegnati gli I.T.A. Awards 2020, gli Oscar Internazionale del Gusto – Podere Panolfo fa l’en plein di medaglie con Olio EVO Bio Dop Umbria

You May Also Like

One thought on “Assegnati gli I.T.A. Awards 2020, gli Oscar Internazionale del Gusto – Podere Panolfo fa l’en plein di medaglie con Olio EVO Bio Dop Umbria

  1. Un prodotto eccellente che merita il successo ricevuto grazie ad una qualità che lo posiziona una spanna sopra concorrenti più blasonati.
    Bravi, continuate così!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *